Mondo Docenti

News e Shop dal mondo della scuola (Gruppo MatacenaWeb )

Totale: 0,00

Libri cartacei o digitali? Nonostante l’acquisto dei primi sia un’abitudine consolidata e siano il principale strumento di apprendimento nelle scuole, i secondi stanno prendendo piede tra gli studenti. In favore di questi ultimi, arriva l’endorsement di Bill e Melinda Gates.

Secondo il patron di Microsoft, i libri di testo cartacei sono obsoleti e andrebbero sostituiti da sistemi digitali. “Ho letto molto di più dei libri di testo di quanto avrei dovuto – scrive Bill Gates – è un modo molto limitato di imparare qualcosa. Anche il testo migliore non può capire quali concetti ha appreso il lettore e per quali ha bisogno di un maggiore aiuto”.

Gates propone la sostituzione con sistemi digitali in grado di valutare “in tempo reale” l’apprendimento. Un esempio concreto, aggiunge Gates, è lo studio dell’algebra. “Invece di limitarsi a leggere un capitolo su come si risolvono le equazioni si può studiare un testo online, guardare un video super coinvolgente che mostra come si fanno e fare un gioco che rinforza i concetti. Quindi si possono risolvere alcuni problemi online e un software può creare nuovi quiz sulle parti che non si sono capite bene”. Il passaggio al digitale, aggiunge Melinda Gates, abbassa anche i costi, permettendo di raggiungere un maggior numero di studenti: “Uno studio ha trovato che utilizzare software libero può far risparmiare a uno studente universitario da 66 a 121 dollari a corso. In un anno accademico può voler dire un risparmio di 1000 dollari, che possono fare la differenza tra continuare a studiare o abbandonare gli studi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X