“Estate amara per alcuni insegnanti”, ricorda Anief

Lavoro, Governo e sindacati

Ferragosto e l’estate sono “amare” per alcuni insegnanti. Emblematico il titolo scelto per il comunicato stampa di Ferragosto di Anief.

Che ne approfitta per ricordare una vertenza aperta e dolorosa: “Perché colpevoli di essere entrati di ruolo con un titolo, il diploma magistrale, che per il Consiglio di Stato vale soltanto per insegnare come supplente e non per entrare nei ruoli. La risposta del Governo giallo-verde è stata deludente persino per l’assessore Elena Donazzan della Regione Veneto. Ora a rischio la continuità didattica e l’apertura delle scuole. A giugno, peraltro, è scaduta la proroga dei contratti prevista dal Decreto dignità. Anief ribadisce la volontà di ricorrere al giudice del lavoro per chi ha superato l’anno di prova”.

Marcello Pacifico (presidente Anief) afferma: “Un anno fa, almeno, tanti precari potevano sperare sulla riapertura delle GaE a tutto il personale abilitato approvata in prima lettura al Senato proprio ad agosto, salvo ritrovarsi presi in giro a settembre dalla politica”.