Nuove regole PON a costi standard: cosa si controlla e quali conseguenze

Il Miur ha diramato la nota n. 5447 del 25 febbraio 2019, tramite la quale comunica l’effettuazione di controlli in itinere riguardanti i progetti PON/FSE rendicontati a costi standard.

PON: controlli in itinere

L’Amministrazione, nello specifico, comunica che, a breve, saranno avviati i controlli in itinere, senza preavviso, presso la sede/plesso della Scuola beneficiaria di progetti FSE, che adottano la modalità di rimborso a costi standard, sulla base del calendario del percorso formativo inserito nel sistema della gestione degli interventi (GPU).

I dirigenti delle scuole interessate sono invitati a favorire i suddetti controlli, consentendo l’accesso a scuola ai controllori autorizzati (in allegato i nomi di tale personale).

PON: cosa succede se non si fanno svolgere i controlli

Nel caso in cui i controlli fossero impediti, l’Autorità di Gestione ne terrà conto al fine dell’ammissibilità della spesa cui l’iniziativa si riferisce.

PON: quali controlli

Nella nota si evidenzia che i controlli, effettuati su moduli non ancora conclusi, sono finalizzati a verificare l’effettivo e regolare svolgimento dell’attività formativa, la copresenza delle figure formative, la presenza in classe dei frequentanti e la coerenza, al momento del controllo, con il registro presenze.

Considerata la natura dei controlli, è necessario che entro le ore 9.30 siano visibili sul sistema informativo GPU le eventuali variazioni di calendario per la giornata formativa. Sarà, inoltre, verificato il rispetto degli obblighi di pubblicità.

X