Anief Sciopero

Posti in deroga di sostegno e sezioni primavera, pronto a ricorrere Anief

Concorsi Lavoro, Governo e sindacati

“La recente sentenza del Tribunale amministrativo regionale che ha imposto al Ministero dell’Istruzione di rivedere la consistenza dell’organico di sostegno in Sicilia – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – imporrebbe al Miur un’assunzione di responsabilità e una revisione degli organici tale da garantire effettivamente la copertura del reale fabbisogno di docenti specializzati sul sostegno in tutto il territorio nazionale trasformando, finalmente, i posti attivati “in deroga” in posti in organico di diritto. Allo stesso modo, essendo ormai superata la fase sperimentale delle cosiddette “sezioni primavera” della scuola infanzia, sarebbe corretto attivare questi posti direttamente in organico di diritto per consentire ai docenti abilitati della scuola infanzia di accedere a tali posti sia per i trasferimenti, sia per le immissioni in ruolo. I ritardi non sono più tollerabili. Ci aspettiamo un decreto organici degno di tale nome e che rispetti i reali fabbisogni della nostra scuola, altrimenti procederemo in tribunale e siamo certi che otterremo nuovamente ragione”.

In attesa del Decreto Interministeriale sugli organici, dunque Anief avvia le procedure di preadesione ai ricorsi che saranno proposti in caso l’Amministrazione, nuovamente, non rispetti i diritti dei lavoratori e degli alunni disabili. Dopo la sentenza sugli organici di sostegno siciliani, infatti, Anief rilancia il contenzioso per prevedere i posti delle sezioni primavera in OD e aumentare la previsione dei posti di sostegno su tutto il territorio nazionale. Il ricorso per i posti di sostegno è aperto sia ai docenti di sostegno precari, sia a quelli di ruolo, purché in possesso della specifica specializzazione e anche le famiglie degli studenti disabili potranno aderire al ricorso, non appena pubblicato il decreto organici, scrivendo a sostegno@anief.net.