Pubblicato il Lascia un commento

Carta del Docente, si torna all’origine: via i beni utili per la Dad tra quelli acquistabili

carta del docente cosa acquistare

Dopo svariate proroghe, è arrivato il momento di tornare alla “normalità” anche in questo senso e – complice il voler spingere sull’acceleratore verso un ritorno in presenza e in sicurezza a scuola a partire da settembre (dopo un anno e mezzo di stasi e confusione legata alla pandemia), anche Carta del Docente torna alla sua forma originaria.

Non si potranno più acquistare hotspot, scanner, dispositivi di input e webcam utilizzando il bonus Cultura. I beni in questione erano entrati nel paniere dei beni acquistabili con Carta del Docente quando, in piena esplosione della pandemia Covid-19 e con le prime chiusure (agli albori della Dad) si è ritenuto da un punto di vista ministeriale di aiutare i docenti a acquistare strumenti che permettessero di facilitare le lezioni da casa.

A suon di proroghe, questi dispositivi sono rimasti nel paniere fino a giugno 2021. Da luglio, però, sono di nuovo fuori. Almeno così dovrebbe essere. Si tenga conto che quando vi scriviamo campeggia, sul sito ufficiale di Carta del Docente, ancora l’annuncio a firma dell’ex Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina con le scadenze ben definite. Al momento, di ulteriori proroghe non se ne parla.

Uno screenshot datato 2 luglio 2021 della pagina ufficiale Carta del Docente

Cosa si può comprare quindi ora con Carta del Docente

  • Libri e testi cartacei: non esiste in questo caso vincolo per la tipologia di testo. Non deve essere obbligatoriamente attinente alla materia dell’insegnante e non deve essere didattico. Del resto, ogni libro è cultura.
  • Libri e testi in formato digitale: chiaramente non c’è limitazione per il supporto con cui il libro viene letto. Servirà trovare piattaforme apposite per l’acquisto con Carta del Docente (ma questo in ogni caso).
  • Pubblicazioni e di riviste utili all’aggiornamento professionale;
  • hardware – previsto per l’acquisto con Carta del Docente – e software – idem;
  • l’iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’Istruzione;
  • iscrizione del docente a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale;
  • l’acquisto di biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • l’acquisto di biglietti di musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.

I buoni generati sul portale possono essere spesi in esercizi fisici autorizzati e in negozi online abilitati agli acquisti con buono Carta del Docente (come il nostro).

Rispondi