Mondo Docenti

News e Shop dal mondo della scuola (Gruppo MatacenaWeb )

Totale: 0,00

La data è arrivata: dal 24 ottobre non ci sarà più bisogno di portare il certificato medico per ritornare a scuola dopo 5 giorni di malattia. La rivoluzione in regione Lazio era stata approvata lo scorso settembre (ne abbiamo parlato qui): faceva parte del Collegato, una sorta di “Milleproroghe” su scala regionale. Da ora diventerà operativa.

La soddisfazione dell’assessore D’Amato

Alessio D'Amato (foto: Consiglio Regionale del Lazio)
Alessio D’Amato (foto: Consiglio Regionale del Lazio)

L’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato, applaude alla scelta della giunta: «Un’importante semplificazione che porta meno burocrazia per le famiglie e gli istituti scolastici. Una scelta che riduce la burocrazia senza abbassare i livelli della prevenzione in una Regione come il Lazio che è leader in Italia per quanto riguarda le coperture vaccinali e che ha esteso la continuità assistenziale pediatrica anche al sabato, la domenica e nei festivi».

La settima regione certificato-free d’Italia

Il Lazio è la settima regione a eliminare l’obbligo di certificato medico in Italia. Prima della giunta Zingaretti scelte simili erano state prese in Lombardia, Friuli Venezia-Giulia, Piemonte, Liguria, Emilia-Romagna e Umbria.

Le eccezioni

La certificazione medica potrà essere necessaria in un solo caso, ossia quando sussistono “misure di profilassi previste a livello nazionale e internazionale per esigenze di sanità pubblica” (come ad esempio epidemie).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X