La V Edizione della Notte dei Licei Classici: un tuffo nel passato greco-romano

La V Edizione della Notte dei Licei Classici: un tuffo nel passato greco-romano

Gennaio 11, 20190DiCollaboratori

Promossa dal Miur e giunta alla V Edizione, la Notte dei Licei Classici d’Italia ritorna questa sera in quattrocentotrentatrè scuole. Dalle 18:00 alle 24:00 porte aperte per studenti, genitori e visitatori, in un tour alla riscoperta della cultura greco-romana. Tante le attività in programma: letture di Catullo e Saffo, esposizioni di arti plastiche e visive, concerti, presentazioni di libri, cineforum e degustazioni a tema.

«La Notte dei Licei Classici è un momento di cultura e gioia»

«La Notte dei Licei Classici – spiega il professor Rocco Schembra, ideatore dell’iniziativa – è un modo alternativo di veicolare contenuti. Si vuole puntare su una formazione che non va a sostituire quella tradizionale, ma che le si affianca». Si tratta di un cammino lungo mesi, durante il quale la scuola diventa un ambiente ludico. «Cultura – continua il professor Schembra – vuol dire gioia, piacere di condivisione, rispetto dei tempi e delle parti, nell’ideale di difesa, promozione e salvaguardia delle nostre radici greco-romane».

Riflettori accesi sui Licei Classici di Roma

All’edizione 2019 della Notte dei Licei Classici hanno aderito ben ventisei licei in più rispetto allo scorso anno. Grande protagonista della serata la città di Roma. Rai Cultura e Rai Scuola, infatti, effettueranno un collegamento in diretta con il Liceo Classico Giulio Cesare, all’interno del quale sono in programma, tra le altre attività, il concerto classico-moderno “Woodstock” e una “maratona metamorfica” con letture tratte da testi di Ovidio, Apuleio, Collodi e Kafka. Riflettori accesi anche sul Francesco Vivona, con un percorso ispirato al viaggio di Ulisse per promuovere il tema dell’integrazione.

La dolorosa Notte dei Licei Classici a Senigallia

Sarà invece una Notte dei Licei Classici di silenzio e riflessione al Giulio Pertinari di Senigallia. Durante la serata, si ricorderà Emma Fabini, la ragazzina morta nella discoteca di Corinaldo. «Il sentimento di dolorosa impotenza di fronte a una tragedia insensata – ha spiegato il dirigente Francesco Maria Orsolini – ha spinto la comunità di docenti e studenti al raccoglimento e alla riflessione».

La virtuosa Notte dei Licei Classici di Cosenza

Locandina colorata e una serata a tema sogno, infine, per la Notte dei Licei Classici del Bernardino Telesio di Cosenza, una delle centocinquanta scuole presenti fin dalla prima edizione dell’iniziativa. Un programma che non trascura nessuna forma d’arte. Tra le varie attività, la visione di Midnight in Paris e di Vanilla Sky e la lettura di brani della Divina Commedia e delle Odi di Leopardi.

(di Michela Curcio)