Il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti

Bussetti a “Tutti in classe”: “Le graduatorie devono essere esaurite”

Concorsi Lavoro, Governo e sindacati

La scuola è iniziata e, di pari passo, procedono le assegnazioni delle cattedre agli insegnanti – non senza difficoltà, come dimostra la protesta organizzata da Anief a Montecitorio stamattina.

Proprio su questo tema, Marco Bussetti, ministro dell’Istruzione, questa mattina in un’intervista in onda nel programma “Tutti in classe” su Rai Radio 1 ha fatto il punto della situazione relativamente al nuovo reclutamento per gli insegnanti.

Per il Ministro, infatti, la nuova riforma deve essere realmente efficace ed efficiente, per garantire un reclutamento che venga fatto “attraverso percorsi paralleli con certificazioni e anche abilitazioni per gli studenti durante il loro percorso universitario” dichiara alla trasmissione. In relazione alle graduatorie ancora esistenti “solo in alcune zone ci sono ancora delle liste d’attesa, queste graduatorie dovranno essere esaurite”.

E, infine, il Bussetti ha affermato che “Le procedure per il reclutamento degli insegnanti devono essere veloci, chiare e semplici. L’obiettivo è avere docenti giovani”.