Metro Napoli Garibaldi

Campania, tornano gli abbonamenti gratuiti per gli studenti: come richiederlo

Lavoro, Governo e sindacati Scuola secondaria e università

Una buona notizia per gli studenti della Campania, delle province quindi di Avellino, Benevento, Caserta, Napoli e Salerno: torna difatti l’abbonamento gratuito per il trasporto pubblico anche per l’anno scolastico 2018/2019.

Chi potrà richiedere l’abbonamento gratuito per i mezzi pubblici?

L’abbonamento è riservato agli studenti che sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • Età non superiore ai 26 anni;
  • Iscritti alle scuole (pubbliche o paritarie) secondarie di primo o secondo grado (medie o superiori) o all’università;
  • Residenti in Campania;
  • Con una distanza casa-scuola (o casa-università) da coprire superiore a 1 km;
  • Con certificazione ISEE ordinario (o equivalente indicatore della situazione economica) inferiore ai 35mila euro.

Ne va da sé che sono esclusi quindi gli studenti di scuola primaria (elementare). Non solo, ma fuori dall’abbonamento gratuito restano anche le centinaia di ragazzi iscritti ai corsi di formazione professionale (come estetista, pizzaiolo, parrucchiere etc.etc.). Agevolazione esclusa anche per gli iscritti alle università telematiche.

Come si richiede l’abbonamento?

Screenshot portale Unico Campania
Screenshot portale Unico Campania

Per richiedere l’abbonamento è necessario collegarsi al sito Unico Campania apposito. Tramite la procedura guidata sarà possibile richiedere l’abbonamento o rinnovare quello precedentemente emesso. Al momento in cui vi scriviamo, il sito è attivo solo per questa tipologia di procedura.

Per procedere con l’iscrizione saranno inoltre necessarie una fototessera e la fotocopia di un documento di riconoscimento (es. carta d’identità).

La cauzione

Inoltre si spenderanno 50 euro suddivisi in 40 euro di cauzione (che verranno restituiti quando finirà l’iniziativa o in caso di mancato rinnovo dell’abbonamento per gli anni a venire) e 10 euro di spese vive della pratica (tra cui quelle per la smart-card).

I vincoli

L’abbonamento non è onnicomprensivo: questa tipologia di abbonamenti infatti non è valida per l’utilizzo dei mezzi pubblici durante le domeniche e le festività e copre solo la tratta che va dal comune di residenza a quello dove ha sede l’istituto scolastico e/o università. In funzione di questa tratta, l’abbonamento sarà integrato o relativo alla singola azienda che si utilizza.

Per portare un esempio, uno studente di Sant’Anastasia che richiede l’agevolazione per venire a studiare all’università a Napoli non potrà utilizzare lo stesso abbonamento per andare a Sorrento.

La scadenza degli abbonamenti così rilasciati è per il 31 luglio 2019.

La protesta delle agenzie formative

Una discriminazione vergognosa”. Così commenta Luca Lanzetta, presidente del Movimento Libero e Autonomo, sindacato di categoria delle agenzie formative, l’esclusione degli allievi della formazione professionale dall’agevolazione. “Ancora una volta – spiega – il provvedimento si basa sulla convinzione dei nostri burocrati e rappresentanti alle istituzioni che esista un’educazione di serie A e una di serie B. In realtà i nostri allievi sono completamente equiparati, ai sensi del d.d. 715/2018, agli altri studenti”.