Maturità 2020 e emergenza, la Gilda: “No al bypass per il confronto democratico”

“Non è possibile rimanere in silenzio di fronte a un comportamento istituzionalmente inaccettabile: la grave emergenza che il Paese tutto sta affrontando non può costituire un pretesto per bypassare il confronto democratico con i docenti e il personale scolastico”.

Lo scrive il coordinatore della Gilda degli insegnanti Rino Di Meglio in una nota stampa diffusa sul Web a proposito della bozza del decreto che riguarda la scuola “non inviata” – scrive – ai sindacati che rappresentano un milione di lavoratrici e lavoratori del mondo della scuola”.

Rino di Meglio
Il coordinatore della Gilda degli Insegnanti Rino Di Meglio


“L’emergenza richiede coinvolgimento delle parti sociali,  collaborazione ed unità di intenti, cioè il modus operandi che stanno attuando il Presidente del Consiglio e tutta la Pubblica Amministrazione, ad eccezione della Scuola, dove si prefigurano anche interventi che toccheranno il contratto e l’ordinamento giuridico degli organi collegiali”, conclude il sindacalista.

X