carta del docente cosa acquistare

Carta Docente a 400 euro, anzi no ancora 500: cosa è successo?

Carta Docente e 18app Lavoro, Governo e sindacati

Nelle scorse ore un rumour stava rimbalzando qua e là in Rete: la Carta Docente passava dai 500 euro canonici ai 400. Poi la smentita. Poi le voci su un taglio, ma per il 2019/20. Ecco, cosa è successo?

I tagli alla scuola

Il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti
Il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti

Tutto è partito dalle dichiarazioni di Marco Bussetti. Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha ribadito la volontà dell’Esecutivo gialloverde (Lega – Movimento 5 Stelle) di “apportare dei tagli al comparto scuola”. Anzi, il Ministro ha parlato non tanto di tagli ma di risparmio, insomma, in ottica di razionalizzazione delle spese.

“[…] Potrebbe essere reinvestito nel comparto scolastico o contribuire a finanziare le altre misure del Governo”

Ma di fatto, Bussetti non ha mai parlato di tagli alla Carta del Docente.

Però le ipotesi (rimbalzate anche su autorevoli testate nazionali come il Corriere della Sera) hanno agitato i docenti e i sindacati che immediatamente si sono opposti a eventuali riduzioni.

Il bonus già erogato

Si trattava, in ogni caso, di fantaprovvedimenti: è difficilmente ipotizzabile, infatti, che il bonus cultura da 500 euro già erogato per l’anno scolastico 2018-19 in data 12 settembre potesse essere revocato. Quindi, laddove ci siano comunque ipotesi di taglio, bisogna riferirsi quasi d’obbligo al prossimo anno scolastico. Ossia l’anno scolastico 2019/2020.

Nulla cambia al momento, quindi, ma bisogna restare in attesa di capire questi tagli cosa includeranno. Anche se, a giudicare dalla foga con cui insegnanti e loro rappresentanze sindacali si sono scagliati contro la possibile riduzione, diventa improbabile anche un taglio futuro. Staremo a vedere.

Altre informazioni su Carta Docente 2018/19

Come abbiamo già detto, il bonus Cultura da 500 euro è stato erogato lo scorso mese. In questo articolo spieghiamo cosa è possibile acquistare con Carta del Docente, in questo altro articolo invece illustriamo gli attuali termini per non perdere il bonus Cultura maturato ad oggi dal 2016.