Didattica mista, il dietrofront di Lucia Azzolina: “Solo una proposta, nulla di già deciso”

La didattica mista, con studenti a metà tra aula e casa, era da considerarsi “solo una proposta” rivolta principalmente agli “studenti più grandi”. Lo afferma Lucia Azzolina, ministro dell’Istruzione, dopo che l’ipotesi era circolate e criticata nelle scorse ore da parte di alcuni sindacati, dalle opposizioni ma anche da alcuni esponenti della maggioranza.

lucia azzolina foto facebook
Lucia Azzolina (foto: Facebook)

La querelle è entrata nel vivo dopo l’intervento delle scorse ore della responsabile del Dicastero all’Istruzione in tv, a Sky. La trasmissione ha provocato una serie di reazioni e spinto la Ministra a un lungo post di chiarimento su Facebook.

Ieri hanno fatto discutere alcune mie proposte per la riapertura di cui ho parlato in tv. Non sono decisioni già prese o imposte, sono elementi di dibattito, basati sul lavoro che stiamo portando avanti con il Comitato di esperti che sta collaborando con il Ministero per la ripresa delle attività e il Comitato tecnico scientifico che supporta il Governo dall’inizio dell’emergenza. Di questo ho parlato ieri, di proposte. Le critiche sono sempre utili, basta che non siano pretestuose.

Certo, ci sarebbe piaciuto poter riaprire tutto e farlo subito. Il Presidente del Consiglio Conte, io stessa, gli altri Ministri avremmo potuto inseguire un facile consenso, cavalcando il malcontento di una popolazione comprensibilmente esausta. Ma abbiamo giurato sulla Costituzione di fare l’interesse del Paese, non di curare il tornaconto personale. La salute dei cittadini viene prima di ogni cosa. Di questo siamo convinti.

Lucia Azzolina
https://www.mondodocenti.com/prodotto/prodotto-94/
X