Pubblicato il

Usare Carta del Docente per i regali di Natale

Anche quest’anno si avvicina Natale e – si sa – fare tutti i regali costa sempre un po’. Se poi mettiamo che volge al termine un 2020 a dir poco complesso, forse una coccola ce la siamo meritati/e.

Quindi una volta archiviate le pratiche (e esaurita la fantasia) per mamma, papà, figlio, figlia, compagno, compagna, mariti, mogli, nipoti etc.etc. è arrivato il momento di mettere sotto l’albero qualcosa anche per sé stessi, non trovate?

Utilizzare la Carta del Docente nel periodo natalizio può essere la giusta alternativa a limare la spesa eccessiva di questa festività che al lato spirituale e familiare affianca e mantiene anche un aspetto consumistico importante.

Il banner dell’iniziativa A Natale regala un libro del gruppo Matacena degli scorsi anni

L’importante è ricordare cosa un docente può regalarsi con il bonus Cultura dedicato.

Ecco un po’ di idee da parte di Mondodocenti:

  • Libri Natale con Carta del Docente: sicuramente il must è regalarsi un bel libro. Acquistabile comodamente online (su siti abilitati per Carta del Docente e 18app come Oceanon o Matacena Libri), il libro arriverà sotto l’albero a tempo per regalarti dei bei momenti al caldo del focolare domestico durante le feste.
  • Cinema: nei giorni di festa il cinema è una delle tappe preferite, i film a tema sono tantissimi e godibili. Non dimenticate che il vostro buono può essere utilizzato per acquistare i biglietti.
  • Un nuovo pc: anche questo tranquillamente acquistabile utilizzando (o ammortizzando il costo totale col bonus) attraverso siti abilitati come Oceanon a Carta Docente. Una spesa che si rinvia spesso, ma che più passa il tempo più diventa urgente da fare per ogni docente, soprattutto provati come siamo da Dad e Ddi. Quale periodo migliore per regalarsi un pc che non sia Natale?
Pubblicato il

La Carta del Docente potrebbe cambiare, e potrebbero essere gli ultimi giorni utili per usarla per acquistare tablet e pc

carta docente chi ne ha diritto

A differenza degli smartphone, i tablet e i pc sono da sempre acquistabili usufruendo del bonus Cultura da 500 euro Carta del Docente. Comprare tablet con Carta del Docente però potrebbe non durare a lungo.

La neo-insediata Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina starebbe difatti pensando con la sua squadra a una rivisitazione della Carta del Docente, strumento inserito dalla legge c.d. Buona Scuola di renziana memoria per il potenziamento culturale dei docenti assunti a tempo indeterminato nel settore pubblico italiano. 

Cosa posso acquistare con la Carta del Docente al momento?

  • libri e di testi, anche in formato digitale;
  • pubblicazioni e di riviste utili all’aggiornamento professionale;
  • hardware e software;
  • l’iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’Istruzione;
  • l’iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale;
  • l’acquisto di biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • l’acquisto di biglietti di musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.

Come potrebbe cambiare?

La Carta del Docente potrebbe essere cambiata per consentire agli insegnanti di acquistare solo formazione. La piattaforma Sofia rivolta alla formazione degli insegnanti difatti non spicca il volo, e degli aventi diritti a Carta del Docente solo il 7 percento, dice un sondaggio, ha utilizzato il bonus per corsi di formazione, mentre tablet e pc vincono a mani basse, anche sui libri dove invece 18app ha fatto registrare risultati incoraggianti. 18app che, ricordiamo, è scesa a 300 euro di recente, dopo la sforbiciata dell’ultima legge di Bilancio.

Pubblicato il Lascia un commento

Carta del Docente riparte, di nuovo accessibile il sito

carta del docente cosa acquistare

Come del resto annunciato ieri, e dopo aver risolto i problemi di inizio mattinata, da ora è nuovamente accessibile il sito Carta del Docente dopo la sospensione del 1 settembre.

L’intervento manutentivo è ormai un consolidato must della vita del bonus Cultura da 500 euro predisposto per gli insegnanti non precari di scuola pubblica.

Serve a scadenza anno scolastico per rimuovere il bonus Cultura residuale di “due anni scolastici fa” ormai scaduto e per accreditare sui portafogli elettronici dei docenti nuovi 500 euro relativi all’anno scolastico appena iniziato, il 2019/20.

I buoni generati sul portale possono essere spesi in esercizi fisici autorizzati e in negozi online abilitati agli acquisti con buono Carta del Docente.

Pubblicato il Lascia un commento

Carta del Docente e scadenza del 31 agosto, cosa NON posso comprare?

carta del docente cosa acquistare

In vista della scadenza del 31 agosto di Carta Del Docente 2017/18, abbiamo ripassato in questo articolo per i ritardatari quali sono i beni e i servizi che possono essere acquistati con il bonus Cultura previsto dalla legge c.d. Buona Scuola. In modo da poter andare mirati verso l’acquisto e non rischiare di perdere il residuo del bonus relativo all’anno scolastico 2017/18.

Ora invece ricordiamo cosa NON si può acquistare con la Carta del Docente.

Cosa NON posso acquistare con la carta del docente?

Il problema principale riguarda essenzialmente la definizione di hardware. Bisogna per questo motivo ricordare il motivo per cui il bonus Cultura Carta del Docente è erogato: favorire la crescita umana, culturale e professionale dei docenti.

Su questa considerazione, e per quanto discutibili siano i risultati, sono state fatte dagli addetti ai lavori alcune considerazioni di sorta su cosa possa essere utile a questo scopo.

Non stiamo qui a discutere se è giusto o sbagliato, ma secondo l’interpretazione, ad esempio, gli smartphone sono fuori da Carta del Docente, a differenza dei tablet.

Laptop, pc e tablet sono ammessi, per lo stesso motivo i monitor possono essere acquistati con Carta del Docente ma le televisioni ad esempio no.

Esclusi dalla Carta del docente per lo stesso motivo toner per la stampante, videocamere, fotocamere, stampanti, dispositivi di memoria USB (chiavette USB o pennette USB).

Per il software, invece, è acquistabile tramite Carta Docente il programma che è mirato all’esigenza specifica dell’insegnante. Rientrano quindi nei possibili acquisti con bonus i programmi di office automation (come la suite Office), le enciclopedie digitali e affini, programmi relativi alla modellazione matematica o al disegno tecnico.

Nel dubbio, alcuni siti come Matacena GiochiOceanon hanno già sezioni apposite che contengono esclusivamente i prodotti hardware e software acquistabili con Carta Docenti.

Non è possibile – infine – utilizzare Carta del Docente per pagare abbonamenti telefonici o di servizi.

Pubblicato il Lascia un commento

Carta del Docente, come usarla per comprare beni sopra i 500 euro

carta del docente cosa acquistare

In molti ci hanno chiesto se è possibile usare Carta del Docente per comprare prodotti superiori ai 500 euro o comunque alla cifra che l’insegnante dispone in portafoglio elettronico (quindi per un massimo di 1000 euro).

La risposta, chiaramente, è . Questo vale chiaramente tanto in via analogica che nei negozi online.

I negozi online abilitati a Carta del Docente (come il nostro, o come gli altri portali del nostro gruppo Oceanon, Matacena Libri e Matacena Giochi) prevedono praticamente sempre questa possibilità (e diffidate da chi non la prevede).

Come acquistare online oltre i 500 euro con Carta del Docente

Come i più sapranno, per acquistare online con Carta del Docente bisogna prima collegarsi all’apposito sito istituzionale e accedere con il proprio SPID, per generare un buono dal valore economico voluto e sottrarre quindi quei fondi al proprio portafoglio elettronico per spenderli.

Una volta generato il buono, nei negozi online abilitati bisognerà inserirlo in fase di acquisto. Solitamente, una volta scalata la cifra, il restante importo (superiore a quello del buono) può essere saldato con gli altri metodi di pagamento (come ad esempio PayPal).

In quali casi posso usare Carta del Docente per spese oltre il limite?

Una delle opzioni più richieste quando viene posta agli esercenti questa domanda riguarda l’acquisto di PC con Carta del Docente. Spesso le macchine scelte per l’upgrade tecnologico del docente costano (chiaramente) più di 500 e anche più di 1000 euro. In tal caso quindi il bonus Cultura serve a ridurre notevolmente la spesa a carico dell’insegnante.

Pubblicato il Lascia un commento

Carta del Docente: un esercente può perdere la possibilità di acquisire i buoni?

carta docente chi ne ha diritto

Il caso di cronaca – terrificante – di Bibbiano che vede al centro del ciclone la onlus Centro Studi Hansel e Gretel ci offre l’occasione per ricordare che in qualsiasi momento il Miur può sospendere un esercente da Carta del Docente.

Infatti, nel citato caso di cronaca, la sospensione presso il Miur del centro era ampiamente preventivabile. Va da sé che anche la sospensione dell’erogazione della formazione vada di pari passo con la sospensione di Carta del Docente. Del resto, se non può più erogare formazione certificata, non ha senso che possa ancora venderla attraverso i 500 euro del bonus Cultura.

Però, analizzando quanto dettato dal Ministero e riportato sul portale The Social Post:

“In seguito alla Vostra segnalazione, si comunica che questo ufficio ha tempestivamente disposto, dal 17 luglio 2019, la sospensione dell’accreditamento presso il Miur, del Centro Studi Hansel & Gretel Onlus. Pertanto, dalla suddetta data, l’Ente in oggetto non può più erogare attività di formazione attraverso la piattaforma Sofia né avvalersi del Sistema Carta del Docente“.

Miur

Ne approfittiamo quindi per ricordare che in ogni momento il Miur può disporre l’annullamento dell’accreditamento Carta del Docente di un esercente.

Pubblicato il Lascia un commento

Carta del Docente direttamente in busta paga?

carta del docente cosa acquistare

Mentre vi scriviamo, il contatore continua a salire ed è già a 1.700 sostenitori: parliamo della petizione per Carta del Docente in busta paga lanciata su Change.org da Vittorio Balestrieri e diretta al Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti.

La tesi – perorata da tantissimi insegnanti – è quella che già il bonus di 500 euro è illecitamente assegnato solo agli insegnanti di ruolo, con una “discriminante applicazione della legge 107/15” (la Buona Scuola di renziana memoria, per intenderci). E che comunque viene usata per “acquistare il tablet a Natale, altro che formazione”.

Uno stanziamento cospicuo, circa 370 milioni di euro, tanto che molti chiedono che la somma venga utilizzata per aumentare gli stipendi. Come testimoniano infatti i dati contenuti nel rapporto della Corte dei Conti, rivelati dal Sole 24 Ore, più del 70% degli insegnanti ha usato la carta docente per acquistare Pc e tablet. Eppure la card da 500 euro annui era stata introdotta dalla Buona Scuola del 2015 per incentivare l’aggiornamento in servizio. Di formazione, però, con la carta ne è stata comprata poca. Solo 25,5 milioni sono stati investiti dagli insegnanti per i corsi di aggiornamento. Per pc e tablet, invece, gli acquisti hanno superato i 250 milioni, ciò significa che il 71,3% dei fondi è andato a hardware e software. E dopo il NO del Tar per i docenti precari, il Consiglio di Stato ha ribadito niente card annuale da 500 euro  per formare gli educatori e il personale Ata.

Testo della petizione su Change.org

La richiesta è che quindi il tesoretto che il Ministero utilizza per finanziare Carte del Docente sia spalmato su tutti gli stipendi e le buste paga degli insegnanti.

Attualmente è possibile avere la Carta del Docente in busta paga?

No. Attualmente l’unico modo di ottenere il bonus Cultura da 500 euro previsto con Carta del Docente è quello dell’accredito su portafoglio elettronico tramite piattaforma Carta del Docente.

Gli aventi diritto troveranno lì il loro residuo (fino al 31 agosto – a tal proposito ribadiamo ancora una volta che il 31 agosto scade la Carta Docente 2017/18 e va spesa salvo perderla) e potranno generare i buoni da spendere sui siti abilitati Carta del Docente (come il nostro).

Pubblicato il Lascia un commento

Carta Del Docente: dove spendere online il buono in scadenza in totale sicurezza?

carta del docente cosa acquistare

Lo abbiamo già scritto ma lo ribadiamo perché mancano solo 40 giorni alla scadenza di Carta del Docente. Entro il 31 agosto 2019 i docenti che hanno diritto al bonus da 500 euro previsto dalla Buona Scuola dovranno utilizzare il credito residuo relativo all’anno scolastico 2017/18 altrimenti lo perderanno definitivamente.

Il primo settembre infatti la piattaforma verrà sospesa per permettere al Ministero i dovuti controlli e per poi accreditare i 500 euro di Bonus Cultura del prossimo anno scolastico agli aventi diritto Carta del Docente.

Carta del Docente, ricordiamo, è una misura volta a “potenziare” i docenti e deve essere utilizzata per l’accrescimento professionale dello stesso. Per questo può essere usata solo per acquistare determinati beni e/o servizi: computer e tablet (ma non smartphone e stampanti), libri e libri didattici acquistabili con Carta del Docente, corsi di formazione. Ma dove posso spendere il mio bonus in totale sicurezza?

L’elenco del Ministero

Un elenco di siti autorizzati Carta del Docente è presente proprio sulla piattaforma del Ministero. Si può consultare attraverso questo link.

I primi siti in elenco sono Matacena Web, Oceanon e il nostro 21 Mondodocenti.

Anche grandi piattaforme sono abilitate per l’acquisto con il buono del Ministero.

Pubblicato il Lascia un commento

Carta Del Docente: chi ne ha diritto? ATA e Educatori possono accedervi?

carta docente chi ne ha diritto

Come abbiamo già abbondantemente scritto, entro il 31 agosto 2019 è necessario spendere il bonus Cultura in scadenza Carta del Docente residuo dell’anno 2017/18.

Perché questa data? Oltre che per le regole attuative dell’erogazione del bonus cultura, per “mettere in pausa” sito di Carta Docente e sistema e permettere di aggiungere ai portafogli elettronici degli insegnanti i 500 euro della prossima annualità. Il bonus può essere investito – anche questo lo abbiamo abbondantemente scritto – per la crescita professionale del docente.

Ma a chi spetta la Carta Del Docente? Lo spunto ce lo da una recente – e discussa – sentenza del Consiglio di Stato che ribadisce quanto già stabilito dalla legge 107/15 (la Buona Scuola, per intenderci). Il Consiglio di Stato ha ribadito in quel caso che agli Educatori non spetta il bonus Cultura Carta del Docente. Si legge nel dispositivo che l’educatore

“non ha titolo per invocare il riconoscimento in proprio favore della carta del docente, in quanto non è richiesto ad essi (…) l’obbligo di formazione aggiuntivo rispetto al PTOF” che invece sarebbe previsto solo per i docenti in base al comma 121 della L.107/2015″.

Sentenza del Consiglio di Stato

Una sentenza che ha fatto balzare dalla sedia i sindacati che hanno ribadito che l’educatore è equiparato all’insegnante come figura professionale. Ma, mentre la querelle sembra destinata a continuare – per ora alla Carta del Docente gli educatori non possono accedere. Così come il personale ATA.

Chi ha diritto alla Carta del Docente?

Ne approfittiamo dunque per ricordare che alla Carta del Docente può accedere solo il docente assunto a tempo indeterminato.

Come ben sintetizzato dalla FLC Cgil, può accedere al bonus Cultura annuale di 500 euro Carta del Docente:

docenti a tempo indeterminato delle Istituzioni scolastiche statali, sia a tempo pieno che a tempo parziale, compresi i docenti che sono in periodo di formazione e prova, i docenti dichiarati inidonei per motivi di salute di cui all’articolo 514 del DLgs 297/94, e successive modificazioni, i docenti in posizione di comando, distacco, fuori ruolo o altrimenti utilizzati, i docenti nelle scuole all’estero, delle scuole militari.

(tratto dal sito FLC Cgil)

Per accedere il bonus, bisogna essere in possesso dell’identità digitale (SPID).

Pubblicato il 1 commento

Carta Del Docente, i dati su come spendono il bonus Cultura gli insegnanti: più del 70 percento per nuovi PC e tablet

carta del docente cosa acquistare

Come spendono il bonus Cultura i docenti che hanno diritto ai 500 euro Carta del Docente? Secondo un’indagine de Il Sole 24 Ore, a farla da padrone incontrastato sono i device tecnologici come pc e tablet.

Interessante dato – riferito al 2018 – che in qualche modo conferma che i docenti italiani hanno voglia di crescere soprattutto per quanto riguarda il digitale ancora troppo borderline nelle nostre scuole. L’acquisto di personal computer e di tablet da solo vale un mercato di oltre 250 milioni di euro, sul totale di oltre 350 milioni di dote del 2018.

Considerando che la dote 2017 era di 256,2 milioni, si può dire che il solo acquisto di tecnologia equivale a tutta un’annualità di Carta del Docente.

Carta del Docente, le altre percentuali di spesa

Tengono botta libri e materiale didattico acquistati con Carta Del Docente, con 66 milioni investiti dai docenti. Poco più di di un terzo di questa cifra invece viene destinata dagli insegnanti all’acquisto di corsi di formazione. “Solo” 25 milioni di euro, pari al 6,6 percento degli investimenti.